Istruzioni Inps per i nuovi contributi per l’apprendistato professionalizzante

Dal periodo di paga settembre 2015, anche per i lavoratori con contratto di apprendistato professionalizzante, si versano i contributi per il finanziamento delle prestazioni di integrazione salariale. 
Lo ricorda il messaggio Inps 24/2016. La misura è una delle novità più importanti introdotte dal decreto legislativo di riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (Dlgs 148/2015 ) ed è un effetto dell'estensione dei trattamenti di integrazione salariale anche a tali lavoratori (articolo 2).

Interessati sono i soli apprendisti professionalizzanti: restano esclusi, pertanto, le altre due tipologie di apprendistato individuate dal decreto legislativo 81/2015, ossia l'apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, e l'apprendistato di alta formazione e ricerca.

Altra rilevante novità prevista dal decreto 148 è la rimodulazione delle aliquote contributive Cigo a partire dal periodo paga settembre 2015 secondo la tabella che segue:

  • Industria in genere fino a 50 dipendenti: 1,70%
  • Industria in genere oltre 50 dipendenti: 2,00%
  • Industria e artigianato edile - Operai: 4,70%
  • Industria e artigianato lapideo - Operai: 3,30%
  • Industria e artigianato edile e lapideo fino a 50 dipendenti - Impiegati/Quadri: 1,70%
  • Industria e artigianato edile e lapideo oltre 50 dipendenti - Impiegati/Quadri: 2,00%

La nota precisa che la soglia dimensionale si calcola al 1° gennaio di ciascun anno in base al numero medio di dipendenti (inclusi i lavoratori a domicilio e gli apprendisti, di qualsiasi tipologia) in forza nell'anno civile precedente. Le imprese che operavano già prima del 24 settembre 2015 restano ferme alla soglia dichiarata nel 2014; per le altre valgono le nuove regole. In ogni caso, se in corso d'anno si modifica la forza lavoro dichiarata in precedenza, l'azienda è tenuta a dare apposita dichiarazione di responsabilità utilizzando la funzionalità “contatti” del cassetto previdenziale aziende, selezionando nel campo oggetto la denominazione “Requisito occupazionale Cigo” e utilizzando la dizione: “Comunico la media occupazionale aziendale ai fini della determinazione dell'aliquota Cigo”.

Le particolarità per gli apprendisti
La contribuzione Cigo, a quanto si legge nella relazione tecnica al decreto 148, è sempre allineata a quella dell'operario (vedi tabella sopra) mentre per la Cigs la contribuzione è pari allo 0,90% (di cui 0,30% a carico dell'apprendista). Si ricorda che gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere alle sole integrazioni salariali ordinarie, ovvero di imprese che possono accedere sia alle prestazioni ordinarie che straordinarie, sono destinatari esclusivamente dei trattamenti di Cigo; gli apprendisti di imprese che possono accedere alla sola Cigs accedono esclusivamente al trattamento relativo ma solo se l'intervento è stato determinato da crisi aziendale.

Circa il calcolo del requisito occupazionale la nota dell'istituto di previdenza precisa che ai fini del calcolo della soglia dimensionale valida per il 2016, gli apprendisti presenti nei mesi da gennaio ad agosto 2015 non si computano, mentre si calcolano quelli in forza tra settembre e dicembre. La contribuzione è comunque interamente dovuta anche dai datori che fruiscono dello sgravio contributivo del 100% previsto dall'articolo 22 della legge 183/2011 (Stabilità 2012), ossia datori con meno di 10 addetti che hanno assunto apprendisti nel quinquennio 2012-2016. La contribuzione è dovuta anche per gli apprendisti mantenuti in servizio a prescindere dalla qualifica conseguita (R o W).
Circa la compilazione del flusso uniemens, si legge nella nota che, allo scopo di favorire la individuazione dei soggetti destinatari della nuova disciplina Cigo/Cigs, sono stati introdotti i seguenti codici che andranno a valorizzare l'elemento :

Codice PA
Descrizione: Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore
Codice PB
Descrizione: Apprendistato professionalizzante
Codice PC
Descrizione: Apprendistato di alta formazione ricerca
Codice M1
Descrizione: Apprendistato professionalizzante presso aziende esercenti miniere, cave e torbiere, per periodi di lavoro compiuti in sotterraneo

Conseguentemente a partire dalla denuncia relativa a gennaio 2016 non dovrà più essere utilizzato il vecchio elemento “TipoApprendistato” mentre la valorizzazione degli elementi relativi ai lavoratori assunti come apprendisti in qualità di beneficiari dell'indennità di mobilità e/o per quelli mantenuti in servizio al termine del periodo di apprendistato resterà invariata.
Per la regolarizzazione i datori dovranno, a partire dal mese di competenza febbraio 2016, valorizzare l'elemento “AltreADebito” (all'interno di “DenunciaIndividuale” “DatiRetributivi” ) indicando:

  • in “CausaleADebito” il codice “M201” (”Differenze Contributo Cigo”) ovvero il codice “M202” (“Differenze Contributo CIGS”);
  • in “AltroImponibile” la somma degli imponibili dei mesi oggetto di regolarizzazione (settembre-dicembre 2015);
  • in “ImportoADebito” l'importo del contributo dovuto riferito alla Cigo e/o alla Cigs.
Condividi questo contenuto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy